mercoledì 2 febbraio 2011

Leggenda Maremmana: Carrozza d'oro - Regina Antiglia

Tra i molti tesori cui fanno riferimento le leggende maremmane ve n'è uno riguardo cui una coltre di mistero ammanta il luogo dove sarebbe stato nascosto.

Si tratta di un tesoro come raramente se ne vedono, è la magnifica carrozza d'oro di Antiglia, regina di Sovana. Donna bella e affascinante, sovrana giusta e intelligente, Antiglia godeva di grande stima presso i suoi sudditi.
Ciò malgrado, un cruccio rammaricava la regina, ovvero il timore che dopo la sua morte il ricordo di lei potesse pian piano dileguarsi sino a scomparire del tutto.
Alla ricerca di un modo per rendere eterna la sua memoria, la regina Antiglia giunse alla conclusione che non vi era strada più sicura che far leva su uno dei principali motivi di interesse dell'uomo: il desiderio di ricchezza.

Incaricò pertanto i più celebri orafi di realizzata una carrozza d'oro tirata da quattro cavalli dorati anch'essi. Di un simile scrigno splendente ne avrebbe fatto la sua tomba.
Una volta creata, la carrozza fu esposta per un po' di tempo al pubblico. Quando ormai tutti avevano avuto la possibilità di ammirare la fulgida bellezza di un tale insolito capolavoro e la sua fama avevano superato i confini del reame, la carrozza scomparve come d'incanto.
Era stata condotta in un luogo rimasto segreto nel corso dei secoli.

Che si tratti dei cunicoli sotterranei di Sovana, piuttosto che di Saturnia o di Montemerano, come sostengono altri, la leggenda vuole che in qualche angolo nascosto della Maremma riposi la regina Antiglia all'interno della sua scintillante carrozza dorata.

0 commenti:

Posta un commento

 

About

Site Info

Text

Dolce Toscana: la vita è bella under the tuscan sun Copyright © 2009 Community is Designed by Bie Blogger Template