domenica 1 agosto 2010

Federico Garcia Lorca - Effetto Venezia Livorno


Livorno - Federico Garcia Lorca in Flamenco e Play Back Elegia per Federico Garcia Lorca sono due spettacoli dedicati al grande poeta spagnolo Garcia Lorca che fanno parte del programma Effetto Venezia 2010.

Play Back Elegia per Federico Garcia Lorca di Michelangelo Ricci e Fabio Raggio. Regia di Michelangelo Ricci
Lo spettacolo racconta in maniera simbolica e traslata la parte finale della vita di Garcia Lorca, ucciso nel 1936 per mano del regime franchista. Questi tragici istanti si susseguono sul palco dell'Arena Dalì, dal tentativo di cercare rifugio presso gli zii per scappare dalla persecuzione delle falangi, alla denuncia e cattura, sino alla conseguente esecuzione.
Poesie, dati reali e fittizi si intrecciano in una narrazione che è al contempo sonora e visiva, emotiva e poetica, in cui il singolo episodio diventa portatore di un messaggio universale riguardante l'ingiustizia e la violenza prodotta dai regimi autoritari.
Dove: Fortezza Vecchia - Arena Dali
Quando: 2 agosto 2010 - Ore 22.05

Federico Garcia Lorca in Flamenco
Juan Lorenzo Flamenco Libre Company con la partecipazione di: Elena Presti (attrice y baile), Pilar Carmona (baile), Sabrina Logue (baile), Lara Franco (baile), Juan Lorenzo, Antonio Sanchez (guitarra flamenca), Josè Salguero (cante), Dario Carbonell (baile y percussion)
Il binomio Lorca - flamenco affonda le radici nel lontano 1922, quando il poeta organizza a Granada il primo Festival del Canto Jondo (espressione del flamenco puro), con la collaborazione del celebre musicista e compositore Manuel de Falla.
Dove: Piazza del Luogo Pio
Quando: 7 agosto 2010 - Ore 22.05

Leggendo di questi spettacoli mi è venuto in mente un video realizzato da Andrea Galli per Radio Poesia nuoviautori.org, che ho trovato su Youtube in cui è recitata La Gazzela dell'amore disperato di Garcia Lorca. Di seguito trovate il testo della poesia in lingua originale con traduzione in italiano








Gazzella dell'amore disperato
La notte non vuole arrivare
in modo che tu non arrivi,
e io non possa andare.

Ma io andrò,
benché un sole di scorpioni mi mangi la testa.
Ma tu verrai
con la lingua bruciata dalla pioggia di sale.

Il giorno non vuole arrivare
in modo che tu non arrivi
e io non possa andare.

Ma io andrò
portando ai rospi il mio morso garofano.

Ma tu verrai
per le fosche cloache dell'oscurità.

Né la notte né il giorno vogliono arrivare
perché per te io muoia
e tu muoia per me.


Gacela del amor desesperado
La noche no quiere venir
para que tú no vengas
ni yo pueda ir.

Pero yo iré
aunque un sol de alacranes me coma la sien.
Pero tú vendrás
con la lengua quemada por la lluvia de sal.

El día no quiere venir
para que tú no vengas
ni yo pueda ir.

Pero yo iré
entregando a los sapos mi mordido clavel.
Pero tú vendrás
por las turbias cloacas de la oscuridad.

Ni la noche ni el día quieren venir
para que por ti muera
y tú mueras por mí.

0 commenti:

Posta un commento

 

About

Site Info

Text

Dolce Toscana: la vita è bella under the tuscan sun Copyright © 2009 Community is Designed by Bie Blogger Template