giovedì 6 agosto 2009

Mostra I miti di Amalia Ciardi Dupré - Moggiona 2-31 agosto

PROGETTO ATENA PER MOGGIONA - UN PARCO PER L’ANIMA - M0STRA “I MITI" DI AMALlA CIARDI DUPRÈ

Questa non può definirsi una Mostra intesa nel senso classico.
E' l'evento promozionale e di presentazione del futuro progetto.

La grande artista fiorentina Amalia Ciardi Duprè, che è anche Direttore Artistico del Progetto ha messo a disposizione le sue opere più importanti per allestire l'intero paese e dare una dimostrazione tangibile di ciò che sarà in futuro.

Verranno esposti nelle strade e nelle piazze di Moggiona 6 grandi bronzi monumentali, nonché 30 sculture e 20 disegni che saranno esposti nel cuore del paese, nell'edificio che attualmente ospita la Mostra sulla resistenza, nonché sede della Pro Loco. I pezzi in mostra sono già stati ammirati in molte Mostre importanti, in Vaticano, a Portoferraio, alcuni anche ad Arezzo in una delle 4 collaterali delle celebrazioni di "Piero della Francesca" ed in molti altri luoghi, riscuotendo sempre grande successo, ammirazione e partecipazione. Si è scelto il tema della Mitologia perché ci è sembrato quello più consono all'intero progetto. Il Mito, il Sogno in fondo, sono la forza delle idee, ciò che le alimenta.

Non è un caso che l'intero progetto si sia chiamato Atena, dea della Saggezza e delle arti, ma anche Dea Guerriera, pronta a difendere ad ogni costo le sue idee.

La Pro Loco di Moggiona ha un ruolo fondamentale sia nella Mostra di Agosto che nella realizzazione del futuro progetto. L'ente Parco delle Foreste Casentinesi si sta impegnando tantissimo per costruire l'intera operazione.

Giungono continue adesioni di Enti Pubblici e privati. Il Comune di Poppi mette a disposizione gli edifici di sua proprietà. Gianfranco Ballerini promuoverà l'iniziativa tramite le sue radio. L’albergo ristorante "I 3 Baroni" di Moggiona da molto tempo impegnato in progetti culturali condivide e partecipa all'iniziativa ospitando nel suo complesso oltre che il monumentale bronzo della "Venere di Castiglione" anche disegni e opere legati al mito dell'acqua, mentre le opere sui miti di terra sono esposte nel centro storico del paese.

Ha inizio il progetto del Museo diffuso sul territorio.

L'intero paese che diventa parte integrante dell'evento espositivo. Quindi cultura non per pochi intimi, chiusa nelle stanze, ma al servizio della collettività. Cultura come risorsa economica, di crescita e caratterizzazione di un territorio.

L'idea che illustro per sommi capi è di portare avanti un progetto legato all'arte e alla cultura, che rispetti e valorizzi la natura del luogo, ma che allo stesso tempo lo faccia rivivere incentivando una fruizione qualificata e sostenibile,con le conseguenze socioeconomiche del caso, coerentemente con le finalità assegnate al Parco Nazionale dalla Legge quadro sulle aree protette.

Fare di Moggiona "il paese dell'arte" coinvolgendo tutta la cittadinanza ed i vari edifici già disponibili.
Le azioni progettuali sono le seguenti: Realizzazione della scuola d'arte nell'edificio di proprietà Comunale sede della Pro Loco. Fare dell'intero paese un albergo diffuso dove possono essere ospitati alunni e/ docenti.
Per le attività della scuola vi sarà la partecipazione di un gruppo di lavoro costituito dai seguenti soggetti:
Ass. Culturale "Arte - Mide" si occuperà di gestire e coordinare tutte le attività. La Pro Loco di Moggiona si occuperà dell'accoglienza dell'ospitalità e di tutto ciò che operativamente può servire.
Il Comune di Poppi metterà a disposizione gli spazi ed i locali da utilizzare e collaborerà in varie forme da stabilire.
Il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, si occuperà della promozione degli eventi e del progetto nel suo complesso, inserendolo nelle attività annuali e promuovendolo attraverso i propri strumenti istituzionali. Ing. Paolo Berti garantirà la consulenza tecnica.
Francesco Rossi si occuperà di seguire tutta la parte grafica, la creazione di un sito Internet ecc.
Sarà cura di tutti i soggetti interessati coinvolgere imprenditori, operatori commerciali, istituzioni del Casentino all'iniziativa l'Ente Parco, quale socio del Consorzio Sviluppo e turismo, attiverà presso tale sede opportune iniziative di promozione.

Per l'avvio formale della Scuola già dall'Aprile 2009 sarà organizzato un grande simposio internazionale di scultura su pietra.

Subito dopo saranno tenuti corsi che la Direzione artistica ha già individuato nei seguenti:

* Corso di acquerello in particolare nelle prospettive Casentinesi
* Corso di pittura ad olio (primi elementi dal vero)
* Corso di grafica (preparazione della lastra con cera e incisione con acido e stampo)
* Corso di scultura in terracotta/elementi base
* Corso di scultura in cemento con formatura di gesso, gettata di cemento e formatura
* Corso di ceramica dipinta (a due fuochi)
* Corso di dizione drammatizzata (propedeutica al corso di recitazione)
* Corso di mimo (metodo Mareel Marccan)


Il titolo Un Parco per l'anima è eccezionalmente ricco di stimolanti e ampie tematiche. Si può spaziare dalla natura, all'ambiente, alla sacralità dei luoghi che nel cuore del Parco Nazionale ospita due luoghi simbolo: Camaldoli e la Verna. Durante l'anno si potranno organizzare incontri e dibattiti per creare le basi di un vero e proprio parco per l'anima inteso come luogo di pace e serenità. Tutte le opere realizzate da ogni singolo artista rimarranno di proprietà della scuola e del paese di Moggiona che diventerà un vero Museo d'arte contemporanea diffuso sul territorio.

0 commenti:

Posta un commento

 

About

Site Info

Text

Dolce Toscana: la vita è bella under the tuscan sun Copyright © 2009 Community is Designed by Bie Blogger Template