giovedì 29 gennaio 2009

Peperino: il ristorante più piccolo (e romantico) della Toscana

In Toscana, in quel di San Miniato (provincia di Pisa), c'è un ristorante con un solo tavolo per due persone: è il Peperino. Che dire, più appartato di così... Il locale, arredato con mobili d'epoca, unisce la riservatezza del salotto di casa propria al lusso del ristorante esclusivo.

Il cameriere arriva infatti solo se chiamato con il campanello, lasciando altrimenti la coppia libera di assaporare il piacere di una serata speciale oltre che la bontà delle portate concordate direttamente con lo chef.
E' possibile scegliere anche le canzoni che faranno da colonna sonora al pranzo o alla cena ed altri dettagli, per rendere il tutto assolutamente indimenticabile! Già indimenticabile come il prezzo... 210 euro a persona (vini esclusi).

Come potrete facilmente immaginare questo ristorante così romantico essendo il più piccolo non solo della Toscana è spesso al completo, per cui è bene prenotare con largo anticipo. Non credo perciò che sia possibile trovare il tavolo per due disponibile per San Valentino, ad ogni modo può essere un'idea per festeggiare un'altra occasione, o anche per una serata diversa dal solito, in fondo quando si ama ogni giorno dovrebbe essere la festa degli innamorati, e non solo il 14 febbraio.
Se questo post vi ha incuriosito e volete saperne di più visitate il sito del Peperino.

Trova il ristorante Peperino a San Miniato su Google Map


Visualizzazione ingrandita della mappa
Leggi tutto

mercoledì 28 gennaio 2009

Dolce San Valentino in Toscana

Dato che mancano poco più di due settimane al 14 febbraio, festa degli innamorati, ho deciso di dedicare questo post su Dolce Toscana alle coppie che trascorreranno San Valentino in Toscana, ovviamente.
Qui potrete trovare alcuni spunti su come e dove festeggiare San Valentino alle terme o in centri benessere in compagnia della vostra dolce metà; spulciando su Internet ho trovato infatti diverse interessanti offerte last minute e pacchetti benessere adatti a chi si vuole concedere un romantico week end di assoluto relax approfittando del fatto che quest'anno il 14 febbraio viene di sabato!

San Valentino in Toscana alle terme

- Notti del 13 e 14 febbraio in appartamento sulle colline di Pisa (Chianni)
Costo da € 80 a persona
Durante il soggiorno si possono richiedere, sostenendo costi aggiuntivi, pacchetti benessere al centro termale di Casciana, a soli 10 minuti dalla struttura, comprensivi di
1 balnoterapia in piscina termale esterna
1 massaggio rilassante di 25 minuti
1 sauna o bagno turco

- Notte di San Valentino in country hotel a 4 stelle a Montelupo Fiorentino (Firenze)
Oltre al pernottamento in camera doppia l'offerta (€ 95 a persona) comprende aperitivo di benvenuto, colazione in camera, cena romantica, uso gratuito della sauna. Un eventuale notte in più costa € 35 a testa.

Per maggiori info sulle due proposte di San Valentino consultate il sito www.ariannandfriends.com.
Più ricco ma anche decisamente più caro il seguente pacchetto di San Valentino:

- 3 Notti in camera doppia al resort 5 stelle Fonteverde Natural Spa situato a San Casciano dei Bagni (Siena)
Nel pacchetto (€ 1.450,00 per due persone) sono compresi la colazione a buffet, una bottiglia di spumante, Spa gift all’arrivo e la cena a lune di candela al ristorante del relais.
L'ingresso alla Spa prevede l'accesso al centro fitness e alle piscine termali, il percoso etrusco con sauna, bagni turco e stufa, e passeggiata del mattino.
I trattamenti benessere consistono in thalaquam per due persone, salidarium per due persone, massaggio rilassante in cabina twin, lezioni di massaggio per coccole di coppia.
Per maggiori info contattate il numero 0578 57241 o visitate il sito blog.hotelrelais.it.

Queste le prime idee, nei prossimi giorni conto di postarvi altre proposte e offerte per festeggiare alla grande San Valentino in Toscana, e sarà davvero una Dolce Toscana.
Leggi tutto

martedì 27 gennaio 2009

Torta al semolino: un dolce davvero da provare!




Per questo post devo ringraziare Scylla che come promesso mi ha inviato la ricetta della torta al semolino. Non so se si tratta di un tipico dolce della Toscana, non penso, ma dopo averlo assaggiato mi è sembrato davvero un peccato tenermi la ricetta tutta per me, così ho deciso di condividerla :-)

Ingredienti per la pasta frolla
150 gr zucchero
150 gr burro
1 uovo intero
1 rosso d'uovo
300 gr farina
1 pizzico di sale

Ingredienti per la crema al semolino
130 gr zucchero
130 gr semolino
1 bustina di vanillina
1 l di latte
4 rossi d'uovo
1 noce di burro

Ingredienti per la crema al cioccolato
150 gr. panna fresca
150 gr cioccolato fondente
1 cucchiaino di rhum o di caffè

Preparazione
Per prima cosa preparate la pasta frolla impastando lo zucchero col burro e le uova, e infine aggiungete la farina. Formate una palla e fatela riposare in frigo per almeno mezz'ora.
Nel frattempo unite il latte a zucchero, semolino e vanillina e appena il composto inizia a bollire toglietelo dal fuoco e aggiungete il burro e i rossi d'uovo.
Lavorate bene e quindi stendetelo in uno stampo a bordo alto, precedentemente imburrato ed infarinato e su cui avrete steso la pasta frolla; lasciate cuocere in forno caldo per 20 minuti a 180°.
Mentre la torta al semolino cuoce, preparate la crema al cioccolato portando a bollore la panna e versandola sul cioccolato tagliato a scaglie sottili. Mescolate fino a quando il cioccolato è completamente sciolto quindi aggiungete un cucchiaino di rhum o caffè.
A questo punto non resta che aspettare che la torta al semolino sia cotta e, dopo averla fatta raffreddare, spalmatevi la crema ganache al cioccolato e tenetela in frigorifero.
Leggi tutto

lunedì 26 gennaio 2009

Innamorati dell'arte... in Toscana


Il prossimo 14 Febbraio in occasione di San Valentino, la Festa degli Innamorati, il Ministero dei Beni Culturali ripropone la manifestazione Innamorati dell’Arte: due visitatori potranno accedere ai musei statali pagando un solo biglietto... A San Valentino "Due is meglio che one".

Per scoprire quali altri eventi saranno organizzati in Toscana ed altrove in Italia consulta il sito del Ministero dei Beni Culturali. Al momento in Toscana vi segnalo i seguenti appuntamenti:
- Forte dei Marmi (provincia di Lucca) "Innamorati" dipinti di Marco Dolfi creati per la festa di San Valentino.

- Sarteano (provincia di Siena) ingresso gratuito per le coppie nel Museo Civico Archeologico di Sarteano che, ubicato nel cinquecentesco Palazzo Gabrielli, espone materiali provenienti dalle numerose necropoli etrusche del territorio quindi dal IX al I sec. a. C.
Leggi tutto

domenica 25 gennaio 2009

Hollywood sbarca in Toscana

Salve a tutti, rieccomi con un post dedicato alla fortuna della Toscana nel cinema. Numerosi sono infatti i registi italiani e stranieri che da sempre scelgono di girare i loro film in questa regione.
E se Firenze e Siena risultano le province toscane predilette come set cinematografico, anche le altre si difendono bene fornendo la location ideale di illustri film, da La vita è bella di Benigni ad Arezzo a Riratto di Signora di Jane Campion girato in parte nello splendido Palazzo Pfanner a Lucca.

A breve l'elenco dei film famosi ambientati in Toscana si arricchirà di due titoli: New Moon, di cui ho già parlato nel post precedente e su cui forse potrò fornirvi ulteriori informazioni ben presto, e Mario and The Magician (Mario e il mago) di Mike Hodges, tratto dall'omonimo racconto di Thomas Mann.
E' proprio sul prossimo lavoro del regista inglese, autore di film di successo come Flash Gordon, che intendo darvi qualche delucidazione. Prima di tutto il set cinematografico, anzi i set cinematografici, visto che diverse sono le location toscane dove saranno girate alcune sequenze di Mario e il mago: tre ville ed un teatro di Lucca, il lungomare ed un albergo a Livorno, il Grand Hotel La Pace e le terme di Montecatini, l'area degli scavi archeologici di Populonia, e per finire la passeggiata e tre alberghi a Viareggio.
Nel cast spiccano i nomi di Jonathan Rhys Meyers (Match Point di Woody Allen), Diane Kruger (Elena di Troy), Malcom McDowell (Alex di Arancia Meccanica) e Sebastian Koch (Le vite degli altri).
Che altro aggiungere, per il momento solo che in primavera saranno reclutate le comparse, perciò se vi bastano meno di 15 minuti di notorietà e poter comparire sul grande schermo questa potrebbe essere la vostra occasione :-)
Leggi tutto

giovedì 22 gennaio 2009

New Moon porta i Vampiri in Toscana


New Moon nei cinema in Toscana

Una Nuova Luna rischiara le notti della Toscana popolandola di Vampiri... si tratta di New Moon, il secondo capitolo della fortunata saga scritta da Stephenie Meyer.

Dopo il successo riscosso da Twilight tra gli adolescenti di Stati Uniti e mezz'Europa, c'è da scommettere che anche New Moon manderà in visibilio i fan della dolce storia d'amore tra l'umana Bella ed il vampiro Edward che ne seguiranno gli sviluppi leggendo il libro (in Italia è uscito edito da Fazi) e poi al cinema. Non dovrebbe infatti mancare ormai tanto alle riprese del nuovo film che potrebbero essere girate anche in Toscana.
Buona parte della trama di New Moon si svolge infatti nella cittadina medievale di Volterra (provincia di Pisa) già divenuta ambita meta turistica da parte di molti fervidi lettori della Meyer che vi hanno organizzato il primo tour ufficiale di Twilight dal 4 al 9 luglio. L'iniziativa, dal nome Viaggio a Volterra e leggende di Vampiri, porterà i fan alla scoperta della città toscana e dei suoi dintorni e la sera saranno proiettati filmati dedicati ai vampiri. L'entusiasmo e l'attesa del viaggio oltreoceano nelle parole dei fan: "Se Firenze non fosse stata sufficiente, ecco che Twilight ci dà un'altra ragione per visitare questa sbalorditiva parte d'Italia".

In effetti quale migliore ambientazione per una storia di misteri e vampiri di questo borgo toscano arroccato su un alto colle, tra dirupi e balze scoscese, le cui viuzze si dipanano tortuose all'interno del centro storico?
Alla luce del crepuscolo che getta lunghe ombre sulla terra, esili come l'Ombra della Sera, si risvegliano a Volterra oltre all'antico enigma etrusco, di cui la città toscana è antica custode, adesso anche i Vampiri.

Per avere maggiori informazioni su New Moon a Volterra puoi leggere anche il post New Moon trasforma Volterra nella città dei Volturi
New Moon a Montepulciano. No Volterra
New Moon in Toscana... la saga continua. Montepulciano o Volterra?
Leggi tutto

martedì 20 gennaio 2009

Toscana in musica

Musica italiana e internazionale, musica jazz e rock, pop e musica leggera, questi sono gli elementi della Toscana in musica. Ce n'è per tutti! Pausini, Bob Dylan, Oasis sono alcuni dei protagonisti che calcheranno le scene dei teatri e palasport toscani di Firenze, Lucca e Livorno.


Concerti e musica a Firenze

Nelson Mandela Forum
Indirizzo: viale Malta, 6
Telefono: 055 678841
Sito: www.mandelaforum.it

24 Febbraio, Oasis

Ritornano dopo un periodo di assenza gli Oasis in concerto con il loro nuovo album Dig out your soul. I biglietti sono ancora disponibili on line e chiamando il call center di TicketOne, Pagine Gialle e Telecom.

27 Febbraio, Francesco Guccini
Un tour nei palasport d'Italia quello che conduce Guccini al Mandela Forum di Firenze insieme ai suoi storici musicisti: Ellade Bandini (batteria e percussioni), Antonio Marangolo (sax e percussioni), Vince Tempera (pianoforte e tastiere), Pierluigi Mingotti (basso), Roberto Manuzzi (sax, armonica, fisarmonica, tastiere), Juan Biondini (chitarre).

11 Marzo, Laura Pausini
Tutto esaurito in alcune città, a Firenze le vendite dei biglietti per il concerto di Laura Pausini sono ancora aperte.

25 Marzo, Biagio Antonacci
Biagio Antonacci arriva al Nelson Mandela Forum di Firenze con la seconda parte del nuovo tour.

18 Aprile, Bob Dylan
Arriva in Italia Bob Dylan, il grande poeta della musica americana degli ultimi 40 anni. L'ultima volta che il cantante si è esibito nel nostro Paese era il 2000. Bentornato Bob!

22 Aprile, Tiziano Ferro
In occasione dell'uscita del nuovo album Alla mia età, Tiziano Ferro inizia il suo tour musicale che lo porta due volte in Toscana. Oltre alla data fiorentina al Nelson Mandela Forum, il cantante si esibirà anche sul palcoscenico del PalaAlgida di Livorno il 7 Maggio.


Teatro Verdi
Indirizzo: via Ghibellina, 99
Telefono: 055 212320
Sito: www.teatroverdifirenze.it

26 Febbraio, Renzo Arbore
Dopo tour in tutto il mondo Arbore torna a cantare in Italia con l'Orchestra italiana.

5 e 6 Marzo, Vinicio Capossela
Il Solo Show di Vinicio Capossela è un concerto - spettacolo ispirato ad una sorta di circo delle stranezze in cui fanno da scenografia teli dipinti con le attrazioni del luna park.

21 Marzo, Ornella Vanoni
Dopo aver festeggiato nel 2008 i suoi 50 anni di carriera, Ornella Vanoni parte per un tour che la condurrà tra marzo e aprile nei teatri italiani.


Saschall
Indirizzo: via Fabrizio de André angolo L.no Aldo Moro, 3
Telefono: 055 6504112
Sito: www.saschall.it

19 Aprile, Nomadi
A 45 anni di attività i Nomadi continuano a 'vagabondare' per i palasport d'Italia con un tour dei loro successi. In questo caso il loro concerto dovrebbe precedere l'uscita di un nuovo disco.

29 Aprile, Fiorella Mannoia
In movimento lo è davvero il tour della Mannoia che è cominciato a febbraio e sta toccando i principali teatri italiani.


Teatro Puccini
Indirizzo: via delle Cascine, 41
Telefono: 055 362067
Sito: www.teatropuccini.it

9 Marzo, Luca Carboni
L'uscita del nuovo album di Carboni, Musiche ribelli, ha dato il via al tour del cantautore.

17 e 18 Marzo, Franco Battiato
A un anno di distanza dai palcoscenici italiani torna Franco Battiato con Live in Theatre 2009 con il nuovo repertorio del secondo capitolo.


Concerti e musica a Livorno

PalaAlgida
Indirizzo: via Veterani dello sport, 8
Telefono: 199128800

19 Aprile, Laura Pausini

7 Maggio, Tiziano Ferro


Concerti e musica a Lucca

Circolo del Jazz di Lucca
Indirizzo: via Pisana Vecchia, 225
Sito: www.luccajazzdonna.it

21 Febbraio-1 Marzo, Lucca Jazz Donna 2009
La V edizione della rassegna di jazz al femminile è dedicata a Billie Holiday a 50 anni dalla sua scomparsa.
Leggi tutto

Toscana: Giorno della Memoria 2009

Anche in questo fine Gennaio 2009 tornano i giorni della memoria per non dimenticare l'Olocausto che condusse allo sterminio 6 milioni di Ebrei nei campi nazisti.
Molti gli appuntamenti organizzati in tutta la Toscana rivolti soprattutto ai giovani, il nostro futuro, perché ricordando una delle pagine più buie del nostro recente passato evitino il ripetersi di certi drammi. Questo può essere possibile solo "se ogni uomo si sarà liberato dall'odio contro il prossimo, di qualunque razza o poopolo, se avrà superato quest'odio e l'avrà trasformato in amore" come scrisse nel suo diario Etty Hillesum, giovane ebrea morta ad Auschwitz a soli 29 anni.

Ed ecco allora che gli incontri con i sopravvissuti, le presentazioni di libri tra cui il Diario di Anna Frank ma anche Il treno dell'ultima notte di Dacia Maraini, le proiezioni di film come Schindler's List di Steven Spielberg e La vita è bella di Roberto Benigni, gli spettacoli teatrali, ed ancora i viaggi nei luoghi della memoria da Auschwitz a Sant'Anna di Stazzema (recente set cinematografico del film Miracolo di Sant'Anna di Spike Lee sull'eccidio nazista) possono aiutare a ricordare.

Qui di seguito vi riporto alcuni degli eventi che scandiscono il fitto programma durante i giorni della memoria in Toscana.

Provincia di Arezzo

Comune di Terranuova Bracciolini
27 Gennaio, Auditorium Le Fornaci, ore 21
Dalla tragedia all'umorismo ebraico
Spettacolo con il Trio chitarristico di Roma e Patrizia La Fonte. Reportage fotografico di Carlo Bruschini.


Provincia di Firenze

Comune di Lastra a Signa
27 Gennaio, Cinema Teatro Moderno, ore 9
Testo di Marco Marchi con poesie di Primo Levi, lettura di Francesco Manetti, musiche di Olivier Messaien.

Comune di Fucecchio
31 Gennaio, Auditorium La Tinaia, ore 21
Evento multimediale Auschwitz. Evento basato su esperienza diretta di viaggi ai campi di Auschwitz, Ebensee, Terezin.

Comune di Palazzuolo sul Senio
25 Gennaio, Biblioteca Comunale, ore 15
Presentazione del libro Qualcuno si è salvato. Ma niente è stato più come prima di Cesare Mosè Finzi.


Provincia di Lucca

Comune di Capannori
Dal 15 Gennaio al 15 Febbraio, Palazzo Comunale, ore 9-19.30 (sabato ore 9-13)
Mostra fotografica di Oliiero Toscani I bambini ricordano dedicata all'eccidio di Sant'Anna di Stazzema.

23 Gennaio, Santuario della Madonna del Carmelo di Lunata, ore 21.15
Lieder ebraici di Antonella Ruggiero. L'artista interpreta i canti della tradizione ebraica proponendo brani del repertorio yiddish, ladino ed ebraico.

30 Gennaio, Palazzo Comunale, ore 21.15
Scalpiccii sotto i platani: spettacolo di narrazione sull'eccidio di Sant'Anna di Stazzema con la partecipazione di Ennio Mancini sopravvissuto alla strage.

25 Gennaio, Museo della Resistenza di Sant'Anna, ore 10-18
Giornata della memoria a Sant'Anna. Apertura straordinaria del Museo, incontro con i superstiti dell'eccidio del 12 agosto 1944, proiezioni di filmati e inaugurazione della nuova sala multimediale.


Provincia di Massa Carrara

Comune di Massa
Dal 24 gennaio al 8 febbraio, Palazzo Ducale, ore 9-13 e 15-19
Mostra fotografica: 24 foto ed un trittico dedicati ai campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau

26 Gennaio, Teatro Guglielmi, ore 21
Olocausto: spettacolo teatrale per commemorare la grande tragedia del popolo ebraico.

Dal 27 gennaio al 31 gennaio, Rifugio antiaereo della Martana, ore 9-12 e 16-20
Apertura del rifugio antiaereo con visite guidate.


Provincia di Pisa

Comune di Pontedera
7 Febbraio, Teatro Era, ore 21
Ascoltami bene: lo spettacolo è ispirato alle lettere e ai diari di Etty Hillesum che scrive da Westerbork, campo di smistamento degli ebrei dove, entrata come volontaria, morirà.

Comune di San Giuliano Terme
27 Gennaio, Teatro Rossini, ore 21
Nel nome di Bach: concerto del pianista Sandro Ivo Bartoli che eseguirà musiche di Bach, Busoni, Casella, Liszt. Il concerto sarà preceduta da letture sulla Shoah a cura di Cristiana Traversa.
Leggi tutto

domenica 18 gennaio 2009

Torna in Toscana Elio con uno spettacolo mostruoso: Elio è Frankestein


Solo pochi giorni fa ho scritto dello spettacolo intitolato Tempi burrascosi messo in scena al Teatro Verdi di Firenze da Elio delle Storie Tese e l'Orchestra della Toscana. Ebbene, sono felice di annunciarvi che Elio torna a breve a calcare un palcoscenico toscano, stavolta quello dello storico Teatro del Giglio di Lucca con l'opera neogotica Frankenstein!! Pan-demonium per chansonnier ed ensemble.

Insieme alle Storie Tese lo stravagante Elio si esibisce in questo spettacolo nei panni di showman tuttofare: canta, recita poesie, suona alcuni strumenti particolari come il kazoo, la melodica ed il fischietto a coulisse, mettendo così in luce il suo talento istrionico.
Sebbene scritto con la metrica tipica delle poesie per bambini da Heinz Carl Gruber, Frankestein ripropone il personaggio creato dalla fantasia di Mary Shelley in un mix di ironia caustica e humor nero, tra Berg e Stravinsky, i Beatles e il Kabarett di Weimar, adatto ad un pubblico adulto.
I Frankestein dello spettacolo sono innanzittutto i mostri della politica che la fanno sempre franca ed ovviamente Elio... un vero mostro di simpatia.

Per chi volesse assistere alla serata toscana l'appuntamento è il 4 febbraio a Lucca e per maggiori informazioni, magari sui costi dei biglietti, si può consultare il sito Teatro del Giglio o telefonare allo 0583 467521.
Leggi tutto

sabato 17 gennaio 2009

La Toscana entra alla Casa Bianca

Con l'elezione di Barack Obama alla presidenza degli Stati Uniti la Toscana entra alla Casa Bianca. La stilista toscana Claudia Ciuti ha infatti ricevuto il compito, assai gradito, di realizzare le scarpe per la signora Michelle Obama, ovvero la moglie del presidente americano.

Come dubitare della felicità con cui la stilista dice di aver letto la e-mail speditale dall'assistente della first lady. Se già il nome della sua azienda è piuttosto popolare negli USA tanto da aver aperto quattordici anni fa un negozio nella Grande Mela, la capitale internazionale della moda, New York, la creazione di modelli unici per la signora Obama potrà infatti conferirle un notevole successo a livello internazionale e renderla famosa persino in Italia (come ironizza la stilista Ciuti in una intervista che ho letto su un periodico questa settimana).
In effetti nonostante il suo nome compaia nella Madison Avenue di Manhattan accanto ai mostri sacri dell'alta moda (Prada, Armani, Valentino, Dolce & Gabbana), qui da noi non ha ancora raggiunto pari notorietà.

Ma visto il prestigio di questa commissione è possibile che il Made in Tuscany della stilista Ciuti faccia stavolta il grande salto. Intanto sono sei le calzature disegnate appositamente per Michelle Obama e realizzate nell'azienda situata in un paesino della Toscana in provincia di Pisa, Santa Maria a Monte.
Che altro dire... in campo di moda la Toscana batte l'America, e per il resto dati i prezzi di queste calzature non resta a noi comuni mortali che guardare le foto sul sito della stilista Claudia Ciuti.
Leggi tutto

venerdì 16 gennaio 2009

Scrittore della Toscana del 2008: Dacia Maraini


Il libro che vi consiglio in questo inizio di 2009 è Il treno dell'ultima notte edito da Rizzoli e uscito dalla penna di Dacia Maraini cui è stato assegnato in settimana il premio come Scrittore toscano dell'anno 2008. Sebbene non lo abbia ancora letto, la sua trama mi ha interessato e poi conosco già Dacia Maraini per altri suoi libri e sono felice che l'associazione Fiera del libro toscano l'abbia scelta come scrittrice toscana del 2008.

La storia ripercorre il viaggio compiuto da Amara sulle orme dell'amico d'infanzia, Emanuele, bambino vivace ed allegro la cui giovane vita viene stroncata in un campo di concentramento.
Tutto ciò che rimane di lui è una manciata di lettere ed un quaderno ritrovati nel ghetto di Lodz. Alla scoperta di queste poche tracce, Amara attraversa nel 1956 l'Europa visitando il girone infernale di Auschwitz-Birkenau, percorrendo le strade di Vienna alla ricerca dei sopravvissuti, sino ad arrivare a Budapest dove è in atto la rivolta degli ungheresi. Durante questo viaggio la sua vita si intreccia con quelle di uomini e donne il cui destino rivela il senso della catastrofe in cui è precipitato il Novecento e che ha coinvolto, o per meglio dire sconvolto, i destini di molti, tra cui anche quello della Maraini.

Nata in Toscana, a Fiesole (provincia di Firenze), Dacia Maraini ha infatti trascorso l'adolescenza in un campo di concentramento in Giappone durante la guerra insieme al padre, l'antropologo Fosco Maraini, e alla famiglia.

Aggiornamento del 19 Gennaio. Ieri ho comprato Il treno dell'ultima notte e, sebbene non si debba giudicare un libro dalla copertina, questo volume di 430 pagine così ben rilegato, dalla costola un po' bombata e la carta di buona qualità, mi è piaciuto subito.
Appena arrivata a casa, ho iniziato a leggere il libro e l'ho divorato. Mi sono appassionata alla storia di Amara ed ho viaggiato insieme a lei nell'Europa dell'Est condividendo la sua trepidazione per la sorte di Emanuele. Anche se diverse sono le vite che si intrecciano con quella della protagonista in questa ricerca, la figura dell'amico di infanzia resta la più importante. Con i sogni e la vivacità dei bambini ed il linguaggio e il giudizio di un piccolo adulto Emanuele è il grande presente assente del romanzo.
Giunta alla fine del libro, avrei voluto che la Maraini avesse scritto qualche pagina in più. Comunque da leggere senza dubbio, magari in una giornata di buon umore visto che Il treno dell'ultima notte fa venire un po' il magone. Che altro dire, mi viene in mente il titolo di un altro libro Qualcuno si è salvato. Ma niente è stato più come prima. E qui mi interrompo, o rischio di spoilerarvi troppo. Buona lettura
Leggi tutto

mercoledì 14 gennaio 2009

Tempi burrascosi... per Elio e l'Orchestra della Toscana

Sono Tempi burrascosi per Elio e l'Orchestra della Toscana. Ma traquilli, si tratta di Tempi burrascosi molto piacevoli, almeno per quanti hanno l'opportunità di assistere stasera al Teatro Verdi di Firenze al nuovo spettacolo di Elio e dell'Orchestra Toscana intitolato per l'appunto Tempi burrascosi, l'avreste mai detto :-)

Avete capito bene, Elio torna a stupirci e lo fa senza le Storie Tese, bensì accompagnato dai musicisti dell'ORT facendosi dapprima interprete di famose arie di Rossini e Mozart, tratte da Il barbiere di Siviglia, Le Nozze di Figaro e Don Giovanni, e poi indossando i panni del narratore nella favola musicale di Nicola Campogrande sul testo di Dario Voltolini: Tempi Burrascosi commissionata dalla Fondazione Orchestra della Toscana...

Una favola che piacerà ad un pubblico di bambini e di adulti, d'altronde "la musica di Campogrande è composta bene e con gusto, poi ci sono io che sono eccezionale" parola di Elio.
Leggi tutto

martedì 13 gennaio 2009

Il dolce re delle fiere di Toscana: il brigidino




Da Lamporecchio con amore, anzi con dolcezza... il brigidino, cialda tradizionale di questo paese in provincia di Pistoia, è infatti il dolce re incontrastato sulle bancarelle durante le fiere e i mercatini in Toscana.

Il colore giallo oro, il profumo d'anice e la friabilità fanno del brigidino uno dei dolci più famosi qui in Toscana, mentre nel resto d'Italia questa cialda non ha raggiunto la popolarità del panforte e dei ricciarelli; ed ecco perciò che ho pensato di proporvi la mia versione di questa ricetta ;-)

Prima di procedere, una precisazione: per poter fare i brigidini occorre avere una apposita piastra a pinza calda, di ferro. Detto ciò, la ricetta è veloce e semplice.

Ingredienti
1 uovo
1 etto di zucchero
1 cucchiaio di olio di semi
330 grammi di acqua
220 grammi di farina
semi di anice

Preparazione
Sbattete l'uovo insieme allo zucchero e gradatamente aggiungete farina e acqua in modo da ottenere un impasto liscio, privo di grumi, piuttosto liquido in cui verserete un cucchiaio di olio e un po' di semi di anice.
Accendete la piastra ungendola con un po' di olio, quindi versate una cucchiaiata del composto, chiudete, e voilà... basta attendere pochi secondi che il brigidino è servito.
Leggi tutto

lunedì 12 gennaio 2009

Dolce Toscana: la vita è bella under the tuscan sun


Dolce Toscana: la vita è bella under the tuscan sun è il titolo che ho deciso di dare al mio blog perché La vita è bella ed Under the tuscan sun sono due film ambientati in Toscana che mi sono piaciuti.

Per quanto raccontino storie molto diverse, entrambi propongono un'immagine della Toscana antica, quasi austera, nei suoi borghi medievali, ma al tempo stesso solare e dolce nelle sue colline, insomma un'immagine un po' da cartolina che a me, turista abituée della mia regione, affascina, anzi come diciamo da queste parti garba parecchio.

Le viuzze e le piazze dove sfreccia in bicicletta uno scatenato Roberto Benigni nei panni dell'ebreo Guido ne La vita è bella sono molto simili a quelle in cui passeggia la turista americana Frances Mayes (Diane Lane) Sotto il sole della Toscana; d'altronde il set cinematografico dei due film è lo stesso: la provincia di Arezzo, infatti mentre alcune scene del primo sono state girate ad Arezzo, nel secondo la villa Bramasole acquistata dalla protagonista si trova a due passi da Cortona, uno degli angoli della Toscana che preferisco, per questo attendetevi ulteriori post su questi e su altri film girati nella dolce Toscana :-)
Leggi tutto

domenica 11 gennaio 2009

Teatri di Toscana: spettacoli teatrali in Toscana a gennaio

Visto anche il freddo che sta facendo non solo in Toscana, ma in tutta Italia, quale occasione migliore per trascorrere un pomeriggio o una serata al caldo di uno dei teatri di Toscana.
Il calendario di questo gennaio 2009 è ricco di interessanti spettacoli teatrali di prosa, operette ed altro ancora.

Per aiutarvi nella scelta riporto quanto è previsto nei cartelloni dei teatri di Toscana in base a quanto compare nell'opuscolo della rete teatrale regionale della Toscana.

Provincia di Firenze

Barberino del Mugello

Teatro Comunale Corsini
Giovedì 22 gennaio, ore 21, La vedova scaltra, adattamento dal testo di Carlo Goldoni, con Raffaella Azim

Borgo San Lorenzo

Teatro Giotto
Giovedì 15 gennaio, ore 21.15, A qualcuno piace carta con Ennio Marchetto

Empoli

Teatro Excelsior
Mercoledì 14 gennaio, ore 21, Sei personaggi in cerca d'autore di Luigi Pirandello, con Giulio Bosetti, Antonio Salines, Silvia Ferretti

Venerdì 30 gennaio, ore 21, Il sindaco del rione Sanità di Eduardo De Filippo, con Carlo Giuffré

Greve in Chianti

Teatro Boito
Giovedì 22 gennaio, ore 21.15, Amleto nella carne il silenzio di William Shakespeare

San Casciano Val di Pesa

Teatro comunale Niccolini
Sabato 24 gennaio, ore 21, La vedova scaltra, adattamento dal testo di Carlo Goldoni, con Raffaella Azim

Vicchio

Teatro comunale Giotto
Giovedì 29 gennaio, ore 21.15, Vestire gli ignudi di Luigi Pirandello, con Vanessa Gravina e Luigi Diberti

Provincia di Arezzo

Bibbiena

Teatro Dovizi
Venerdì 16 gennaio, ore 21.30, Completamente spettinato con Paolo Migone

Castelfranco di Sopra

Teatro comunale Capodaglio
Venerdì 23 gennaio, ore 21, Scherzi di Anton Checov, con Nino Formicola, Andrea Brambilla e Eleonora D'Urso

Castiglion Fiorentino

Teatro Comunale
Venerdì 15 gennaio, ore 21.15, A qualcuno piace carta con Ennio Marchetto

Cavriglia

Teatro Comunale
Venerdì 30 gennaio, ore 21.15, Vestire gli ignudi di Luigi Pirandello, con Vanessa Gravina e Luigi Diberti

Pratovecchio

Teatro Comunale degli Antei
Sabato 17 gennaio, ore 21.15, Niente sesso, siamo inglesi con Erica Blanc, Gianfelice Imparato e Valerio Santoro

Sabato 31 gennaio, ore 21.15, La trappola con Giancarlo Zanetti e Nathaly Caldonazzo

San Giovanni Valdarno

Teatro Bucci
Lunedì 19 gennaio, ore 21, Enrico IV di William Shakespeare, con Ugo Pagliai e Paola Gassman

Sansepolcro

Teatro Dante
Mercoledì 28 gennaio, ore 21, Commedia di Candido con Ottavia Piccolo

Provincia di Grosseto

Arcidosso

Teatro degli Unanimi
Venerdì 30 gennaio, ore 21.15, Il mercante di Venezia di William Shakespeare

Grosseto

Teatro degli industri - Teatro Moderno
Martedì 13 gennaio, ore 21, La parola ai giurati di Reginald Rose, con Alessandro Gassman

Venerdì 23 gennaio, ore 21, Amleto nella carne il silenzio di William Shakespeare

Martedì 27 gennaio, ore 21, La commedia di Candido con Ottavia Piccolo

Scansano

Teatro Castagnoli
Sabato 24 gennaio, ore 21, Mozart e Pulcinella

Provincia di Livorno

Campiglia Marittima

Teatro dei Concordi
Domenica 25 gennaio, ore 21.15, Edipo Re con Flavio Bucci

Cecina

Teatro Edoardo De Filippo
Sabato 24 gennaio, ore 21, Edipo Re con Flavio Bucci

Piombino

Teatro Metropolitan
Giovedì 15 gennaio, ore 21, Amleto nella carne il silenzio di William Shakespeare

Portoferraio

Teatro dei Vigilanti
Mercoledì 21 gennaio, ore 21, Sulla strada ancora con Paolo Rossi

Sabato 31 gennaio, ore 21, Vestire gli ignudi di Luigi Pirandello, con Vanessa Gravina e Luigi Diberti

Provincia di Lucca

Barga

Teatro dei differenti
Sabato 17 gennaio, ore 21.25, Troppo buono con Giulio Scarpati

Sabato 31 gennaio, ore 21.15, Al cavallino bianco

Castelnuovo di Garfagnana

Teatro Alfieri
Venerdì 23 gennaio, ore 21, La vedova scaltra, adattamento dal testo di Carlo Goldoni, con Raffaella Azim

Montecarlo

Teatro dei rassicurati
Giovedì 29 gennaio, ore 21, L'ultima radio con Tullio Solenghi

Provincia di Massa Carrara

Bagnone

Teatro comunale Ferdinando Quartieri
Martedì 27 gennaio, ore 21, Va' dove ti porta il cuore di Susanna Tamaro, con Marina Malfatti

Carrara

Teatro degli Animosi
Giovedì 22 e Venerdì 23 gennaio, ore 21, I giganti della montagna mito incompiuto di Luigi Pirandello, con un finale di Franco Scaldati, regia di Federico Tiezzi

Martedì 27 e Mercoledì 28 gennaio, ore 21, Molly Sweeney con Umberto Orsini, Valentina Sperli, Leonardo Capuani

Massa

Teatro Guglielmi
Venerdì 16-Domenica 18 gennaio, ore 21.15, Platonov di Antonio Cechov, con Alessandro Haber e Susanna Marcomeni

Pontremoli

Teatro della Rosa
Sabato 24 gennaio, ore 21.25, Troppo buono con Giulio Scarpati

Provincia di Pisa

Santa Croce Sull'Arno

Teatro comunale Verdi
Giovedì 15 gennaio, ore 21.15, Sei personaggi in cerca d'autore di Luigi Pirandello, con Giulio Bosetti, Antonio Salines, Silvia Ferretti

Sabato 24 gennaio, ore 21.15, Benneide 2 di Stefano Benni, con Angela Finocchiaro

Provincia di Pistoia

Pescia

Teatro Pacini
Giovedì 15 gennaio, ore 21, Benneide 2 di Stefano Benni, con Angela Finocchiaro

Domenica 25 gennaio, ore 21, Uno, nessuno e centomila di Orlando Forioso

Provincia di Siena

Castelnuovo Berardenga

Teatro Alfieri
Venerdì 23 gennaio, ore 21.15, Don Camillo e Peppone sono me con Stefano Braschi e Luca Ronga

Pitigliano

Teatro Salvini
Venerdì 16 gennaio, ore 21, Niente sesso, siamo inglesi con Erica Blanc, Gianfelice Imparato e Valerio Santoro

Rapolano Terme

Teatro del popolo
Sabato 24 gennaio, ore 21, Scherzi di Anton Checov, con Nino Formicola, Andrea Brambilla e Eleonora D'Urso

Siena

Teatro dei rozzi
Giovedì 15 gennaio, ore 21.15, Sulle tracce di Diaghilev

Martedì 20-Giovedì 22 gennaio, ore 21.15, La strada con Massimo Venturiello e Tosca

Sabato 24 gennaio, ore 21.15, Cristiani di Allah con Massimo Carlotto

Martedì 27-Giovedì 29 gennaio, ore 21.15, Il sindaco del rione Sanità di Eduardo De Filippo, con Carlo Giuffré

Torrita di Siena

Teatro degli oscuri - Teatro Vitolo
Sabato 17 gennaio, ore 21.15, Mistero buffo di Dario Fo, con Mario Pirovano (Teatro Vitolo)

Venerdì 30 gennaio, ore 21.15, Retrò (Teatro degli oscuri)
Leggi tutto

Torta allo yogurt: un dolce... non proprio toscano




Lo so, la torta allo yogurt non è certamente un dolce tradizionale della Toscana, però oggi sfogliando il taccuino di mia nonna alla ricerca di un dolce veloce da preparare ho trovato questa ricetta ed ho pensato di proporvela così come siamo soliti farla in casa mia.
Soffice e gustosa, la torta allo yogurt è un dolce che permette di combinare i piaceri della gola con il desiderio di mantenersi in linea.

Ingredienti
Due vasetti di yogurt
Due vasetti di zucchero
Tre vasetti di farina
Una bustina di lievito
Tre uova (tuorli separati dai chiari)
Scorza grattugiata di un limone

Preparazione
Unite lo zucchero ai tuorli e con le fruste elettriche montate il composto sino ad ottenere un impasto soffice cui andrete ad aggiungere la farina, il lievito, la scorza di limone e lo yogurt. A questo punto montate con le fruste elettriche anche gli albumi ed uniteli delicatamente al composto.
Non resta che versare l'impasto in una teglia ben imburrata e mettere a cuocere in forno a 180°.
Leggi tutto

Un po' di Toscana nel film Australia


Cosa c'entra la Toscana nel film Australia, vi chiederete voi. Ebbene sì, c'è un po' di Toscana nell'ultimo lavoro che vede protagonista Nicole Kidman.

Infatti per la realizzazione di alcuni vestiti e delle calzature indossati dall'attrice sul set, la Twentieth Century Fox si è rivolta alla famosa maison fiorentina Salvatore Ferragamo, uno dei pilastri del Made in Tuscany nel campo della moda.

Oltre che a poter ammirare in questi giorni sul grande schermo tali capi e calzature addosso alla bella australiana che vanta un corpo in perfetta forma, è possibile osservarli da vicino, in autentica 'pelle e stoffa', alla mostra Australia. Behind the Scenes inaugurata l'8 gennaio al Museo Salvatore Ferragamo, in piazza Santa Trinita a Firenze. In questa esposizione resteranno sino al 30 marzo messe in vetrina una ventina di paia di scarpe insieme ad alcuni costumi preparati per la Kidman.

Per chi volesse completare questo tuffo nell'alta moda Made in Tuscany a Firenze in questi giorni c'è l'appuntamento con Pitti Uomo.
Leggi tutto

Quella testa mozzata a Siena


Se passeggiando per il centro storico di Siena si imbocca la stretta via del Refe Nero alzando lo sguardo al numero 21 si potrà vedere una strana testa mozzata rinchiusa in una gabbia in ferro battuto. E' questa la strana decorazione del palazzo detto 'del Diavolo Rosso' voluta negli anni '30 del secolo scorso dall'antiquario senese Giuseppe Mazzoni.
L'eccentrico proprietario conferì così alla propria abitazione un tocco neomedievale alquanto insolito.
Leggi tutto

Piazza Cairoli, ovvero piazza della Berlina a Pisa

Sul lungarno Mediceo a Pisa si affaccia piazza Cairoli, meglio nota dagli abitanti come piazza della Berlina. L'origine di un simile nome deriva dall'antica consuetudine di legare alla colonna che tuttora si erge in questa piazza i delinquenti messi per l'appunto alla berlina.

Tale punizione consisteva nell'esporre anche per alcuni giorni il condannato al castigo del popolo che spesso non si limitava solo agli insulti ma infieriva anche con bastonate. La berlina scomparve in Toscana con la legge che per la prima volta nella storia sancì l'abolizione della tortura e della pena di morte nel 1786.

Ormai lontani quei tempi bui, piazza della Berlina è oggi una delle piazze di Pisa dove nelle sere d'estate come d'inverno i giovani si ritrovano per gustare un gelato da Coppelia o per prendere qualcosa all'Amaltea, uno dei caffé più fighetti della città o semplicemente per parlare un po' sulle spallette dell'Arno.
Leggi tutto

sabato 10 gennaio 2009

Concerto di musica classica alla Feltrinelli di Firenze


Il giovane pianista Daniele Rinaldo si esibisce domani 11 gennaio alla Feltrinelli di Firenze, in via de' Cerretani 30r.
Questo concerto gratuito è solo uno degli appuntamenti con la musica classica che si terranno nella libreria fiorentina che, tradizionale luogo di incontro con autori per la presentazione dei loro libri, si riscopre anche sala di musica durante questo inverno 2009.
Alle 17 di domenica pomeriggio le melodie di celebri compositori riechegeranno tra gli scaffali della Feltrinelli suonate da giovani e talentuosi musicisti.

Qui di seguito vi riporto il calendario dei concerti di musica classica che potrete ascoltare alla Feltrinelli di Firenze.

- 11 Gennaio Daniele Rinaldo pianoforte
Musiche di Beethoven, Chopin, Debussy, Ravel, Scriabin

- 18 Gennaio Fiorenzo Pascalucci pianoforte
Musiche di Schubert, Debussy, Chopin, Liszt

- 1 Febbraio Roberto Franca pianoforte
Musiche di J. Brahms, F. Liszt e S. Prokofiev

- 22 Febbraio Olivier Cavé pianoforte
Programma in via di definizione

- 8 Marzo Sara De Ascaniis pianoforte
Musiche di R. Schumann, F. Chopin e J. Brahms

A tutti buona lettura e buon ascolto!
Leggi tutto

Giannino in San Lorenzo: ristorante tipico a Firenze




Giannino in San Lorenzo è un ristorante tradizionale di cucina toscana situato nel centro storico di Firenze. Il locale si affaccia su via borgo San Lorenzo, tra il duomo e le cappelle medicee, in una zona molto frequentata da turisti ed è circondato da ristoranti, bar e negozi vari.

Si tratta di un posto che ho scoperto abbastanza recentemente e dove sono tornata qualche giorno fa perché si mangia bene e si spende poco, cosa che in centro a Firenze non è così facile da trovare. Si può scegliere alla carta tra i piatti perlopiù tipici della cucina toscana o uno dei tre menu del giorno (menu dei guelfi a 12 euro, menu dei ghibellini a 15 euro e menu toscano a 23 euro).
L'ultima volta ho preso il menu dei ghibellini ed ho scelto le pappardelle alla chiantigiana ed il peposo alla fornacina.

L'ambiente, poi, è carino, rustico ed è stato ricavato all'interno di un loggiato mercantile del Seicento. Se vi piace bere del buon vino, potete inoltre consultare una ricca carta di vini toscani tra cui Chianti e Brunello di Montalcino, in questo caso ovviamente il prezzo lieviterà un po', oppure potete 'accontentarvi' di un buon vino della casa.

Infine, ogni volta che ci sono stata, il servizio è stato sempre veloce e quando si capita a Firenze soltanto per un giorno questo è un dato di non scarsa importanza perché permette di non perdere tanto tempo a tavola, evitando però pizzette e panini.

Trova il ristorante Giannino in San Lorenzo a Firenze su Google Map


Visualizzazione ingrandita della mappa
Leggi tutto

Festival delle arti distratte a Empoli


Domani, 11 gennaio, termina a Empoli (provincia di Firenze) la quarta edizione del Festival delle arti distratte - Meeting di giocoleria ed artisti di strada.
Questo evento cui partecipano giocolieri ed artisti di strada fornisce l'occasione per assistere lungo le vie di Empoli a spettacoli ed animazioni. In particolare, il programma del festival di arti distratte prevede per domenica pomeriggio le Olimpiadi di Giocolieri e si conclude in serata con il Gran Concerto della Manolo Strimpelli Night Orkestra.

Per maggiori informazioni sulla compagnia delle arti distratte potete consultare il sito www.artidistratte.it.
Leggi tutto

Apassionata Grand Voyage a Firenze

Dopo il successo del 2007 Apassionata Grand Voyage, il più grande spettacolo equestre d'Europa, torna in Italia con due sole tappe: Milano e Firenze.



A Firenze sarà possibile assistere a questo show al Nelson Mandela Forum nelle tre date previste: venerdì 23 gennaio ore 20.30, sabato 24 gennaio ore 16 e ore 20.30, domenica 25 gennaio ore 16.
A giudicare dal successo di pubblico e di critica riscosso in questi anni un po' in tutta Europa, Apassionata Grand Voyage promette di essere davvero una magica notte coi cavalli come si legge sul sito, che potrà appassionare non solo gli amanti dei cavalli ma un po' tutti, grandi e piccini, alla riscoperta dell'antica arte equestre.
Il costo dei biglietti, ancora disponibili, varia notevolmente a seconda del settore scelto all'interno del Mandela Forum.

Per acquistare i biglietti o avere info sui costi si può andare sul sito di Ticketone o di Boxol mentre per saperne di più sullo spettacolo visitate il sito Apassionata.
Leggi tutto

Film in inglese al CineHall Odeon di Firenze

La programmazione del CineHall Odeon di Firenze si contraddistingue dagli altri cinema per la regolare proiezione di film in lingua originale. Si tratta degli stessi film in uscita in tutte le sale cinematografiche, così chi se la cava con l'inglese può ascoltare le voci di Will Smith o Jim Carrey, in questi giorni sui grandi schermi italiani con Sette anime e Yes Man, e non quelle dei loro doppiatori.

Qui vi riporto i film in lingua originale proiettati nel mese di gennaio al CineHall Odeon di Firenze:

- Lunedì 12, Nights in Rodanthe (Come un uragano) di George C. Wolfe con Diane Lane, Richard Gere, Christopher Meloni
Orario: 16.30, 18.30, 20.30, 22.30

- Giovedì 15 Slumdog Millionaire (The Millionaire) di Danny Boyle
Orario: 16, 18.10, 20.20, 22.30

- Lunedì 19 e Martedì 20 Seven pounds (Sette anime) di Gabriele Muccino, con Will Smith
Orario: 16, 18.10, 20.20, 22.30

- Giovedì 22 The duchess (La duchessa) di Saul Dibb, con Keira Knightley, Ralph Fiennes
Orario: 16.30, 18.30, 20.30, 22.30

- Lunedì 26 The spirit di Frank Miller, con Samuel L. Jackson, Scarlett Johansson.
Orario: 16.30, 18.30, 20.30, 22.30

- Martedì 27 Yes Man di Peyton Reed
Orario: 15, 17.30, 20, 22.30

- Giovedì 29 Happy-go-lucky (La felicità porta fortuna) di Mike Leigh
Orario: 16, 18.10, 20.20, 22.30
Leggi tutto

giovedì 8 gennaio 2009

Pinocchio Live Jazz

Il 10 gennaio prende il via a Firenze il Pinocchio Live Jazz, storico appuntamento con la migliore musica jazz italiana, e non solo.
Per quasi due mesi ogni sabato sera si terranno presso l'Associazione Vie Nuove, in via Giannotti 13, concerti di affermati artisti del panorama jazzista internazionale.
Ecco alcune date:
- 17 Gennaio concerto del sassofonista Paul McCandless accompagnato dal chitarrista Antonio Calogero e da 2 percussionisti

- 21 Febbraio live di Daniele Scannapieco che con il suo sax si esibirà insieme a Luca Mannutza e a Roberto Gatto

- 28 Febbraio concerto del clarinettista Mauro Negri (28 febbraio) con i Maestri Aldo Zunino e Alfred Kramer

- 14 Marzo esibizione della cantante e musicista Rachelle Garniez e del chitarrista Matt Munisteri.

Il ricco programma del Pinocchio Jazz Festival si conclude il 28 marzo con un concerto del sassofonista toscano Daniele Malvisi, jazzista da sempre aperto alle molteplici influenze della musica popolare ed etnica italiana ed extra europea.
I concerti iniziano alle ore 22; per conoscere l'intero calendario dei concerti ed avere ulteriori informazioni su questa manifestazione si può chiamare lo 055 683388 o visitare il sito della manifestazione www.pinocchiojazz.it.
Leggi tutto

mercoledì 7 gennaio 2009

L'ospite inatteso nei cinema della Toscana


Secondo film del regista Tom McCarthy, L'ospite inatteso viene proiettato in questi giorni in diversi cinema della Toscana. La storia ruota intorno al problema dell'immigrazione in un'America che scossa dopo l'11/9 è in cerca di un nuovo equilibro difficile da trovare ed ecco allora che il pericolo di cadere preda di paure verso il 'diverso' è dietro l'angolo.

Detto questo, L'ospite inatteso non è un film-documentario come Fahrenheit 9/11 di Michael Moore né una commmedia satirica stile America Dreamz di Paul Weitz, qui Tom McCarthy affronta questo delicato tema socio-politico entrando in punta di piedi nelle vite dei due protagonisti, persone qualsiasi diverse per origine e cultura ma che la reciproca passione per la musica saprà unire, così un ospite inatteso diventerà un amico che riuscirà a scuotere dalla triste monotonia Walter Vale, interpretato magistralmente da Richard Jenkins (Le streghe di Eastwick, Amori e disastri, Io, me & Irene, Tutti pazzi per Mary).

Ingrigito dall'età e dal dolore per la moglie scomparsa, questo professore universitario vive da anni trincerato in una paludosa routine cui dà un violento scossone l'incontro casuale con il giovane siriano Tarek che lo porta pian piano a vivere non più come visitatore (il titolo originale del film è The Visitator) ma come protagonista la sua vita. Chi si aspetta una commediola in cui i buoni sentimenti, l'amore e l'amicizia trionfano su ogni asperità, rimarrà deluso. Il film fugge dalla tentazione di un lieto fine a tutti i costi; venato di sfumature malinconiche, commuove, fa sorridere in alcuni punti e riflettere, forse più di tanti documentari e dibattiti.

Ecco perciò che ho pensato di proporvi un elenco di alcuni dei cinema in Toscana in cui potete vedere in questi giorni L'ospite inatteso.

Arezzo
Eden Multisala, 20.30, 22.30

Siena
Cinema Nuovo Pendola, 18.30, 20.30, 22.20

Pisa
Cinema Lumiere, 18.30, 20.30, 22.30

Firenze
Cinema Principe, 16.15, 18.15, 20.40, 22.45
Cinema Marconi, 16.15, 18.15, 20.40, 22.45

Livorno
Cinema Dessé, 21.30

Prato
Terminale Cinema D'essai, 21.30
Leggi tutto

martedì 6 gennaio 2009

Contrade di Siena: non solo Palio

Lo spirito di appartenenza a una contrada a Siena è molto forte negli abitanti e non solo nei giorni in cui si corre lo storico Palio, il 2 luglio ed il 16 agosto.
In piccolo questa forma di campanilismo contradaiolo rispecchia quello che vede contrapposte alcune province della Toscana: Pisa vs Livorno è forse il caso più celebre, ma certamente non è l'unico.

17 le contrade in cui è divisa Siena ed ognuna ha dal secolo scorso il suo fonte battesimale, in cui viene celebrato il battesimo di contrada che segna l'appartenenza alla propria contrada, ed il suo oratorio, la chiesa dove è benedetto il cavallo che corre per quella contrada durante il Palio di Siena.

Delle 17 contrade solo, si fa per dire, 10 partecipano due volte all'anno a questa gara; il 2 luglio il trasporto del palio avviene nella chiesa di Santa Maria di Provenzano nella Contrada della Giraffa (nella foto) mentre il 16 agosto si celebra la messa del fantino in Duomo.

La corsa in Piazza del Campo, trasmessa in diretta alla televisione, è soltanto l'evento clou di una manifestazione più lunga, preceduta da consuetudini rituali tra il sacro ed il profano, tra benedizioni in chiesa e cene di contrada. Se per due giorni all'anno una delle piazze più belle della Toscana si accende dei colori degli stendardi e delle grida di incitamento dei tifosi, in qualsiasi momento è possibile cogliere lo spirito contradaiolo che contraddistingue Siena da secoli, in una fontanina o magari in uno dei musei rionali dove sono esposti i trofei vinti dalle contrade e altre opere d'arte... non saranno gli affreschi di Ambrogio Lorenzetti, ma trasmettono l'orgoglio di un popolo per la propria città anzi per la propria contrada.
Leggi tutto

Pasticceria Nannini a Siena: il salotto 'buono' della città




La Pasticceria Nannini a Siena è il salotto 'buono', in tutti i sensi, della città. Da molti anni ormai questa storica pasticceria con i suoi dolci delizia senesi e turisti che qui trovi in qualsiasi momento del giorno per godersi una pausa di autentico piacere.

Ogni volta che capito a Siena la Pasticceria Nannini rappresenta una tappa imperdibile. Ciò che più mi piace di questo caffé storico rispetto ad altri è la freschezza delle sue paste che sfornate la mattina non vengono più aggiunte durante il giorno e la sera sono così praticamente tutte finite. Per questo motivo consiglio ai golosi, come la sottoscritta, in visita a Siena di fare una capatina da Nannini sul presto, quando ancora si può scegliere tra un assortimento vario di cannoli, bigné, bomboloni, tortine alla frutta, budini di riso e non ultimi i bomboloncini alla crema, in assoluto i miei preferiti e non solo i miei dato che intorno all'una sono già introvabili.
Accanto a questa pasticceria fresca Nannini offre ovviamente un'ampia scelta di tipici dolci senesi, ricciarelli e panforte in primis.


L'ultima volta che ci sono stata, pochi giorni fa, un gruppetto di turisti giapponesi fotografava estasiato la vetrina del negozio e visto il bell'allestimento come non capirli, tant'è che anch'io non ho resistito a fare una foto a questa montagna di cantuccini, non è invitante? :-)


Altre gelaterie, pasticcerie in Toscana che consiglio

Gelateria De' Coltelli - Pisa

Gelateria Coppelia - Pisa

Gelateria Da Enzo - Avenza Carrara

Chocolat - Lucca

Dolce Notte - Pisa

Caffé dei Costanti - Arezzo

Trova la Pasticceria Nannini a Siena su Google Map


Visualizzazione ingrandita della mappa
Leggi tutto

lunedì 5 gennaio 2009

Mangiare a Siena: Trattoria La Torre




A Siena, all'ombra della Torre del Mangia, a due passi da Piazza del Campo, si trova la Trattoria La Torre. Il ristorante è un vero buchetto, un unico ambiente, non troppo grande, ospita sia i tavoli che la cucina così, dopo avere fatto l'ordinazione scegliendo da un menu tutto all'insegna dei sapori toscani, si può vedere preparare i propri piatti, e se si opta per quelli del giorno il tempo di attesa è veramente pochissimo.

Rapido nel servizio ed economico nel costo (1 primo + 1 secondo con contorno + acqua= 22 euro circa) come un fast food, la Trattoria La Torre ha la qualità di un ristorante specializzato nelle ricette regionali.

Di certo non lo consiglierei per l'ambiente, spoglio, piccolo e che affollato di gente è piuttosto rumoroso, ma il palato è adeguatamente soddisfatto ed è un'ottima alternativa allo Spizzico in Piazza del Campo.

Trova il ristorante Trattoria La Torre a Siena


Visualizzazione ingrandita della mappa
Leggi tutto

Mangiare a Siena: Antica Trattoria L'Aquila




A Siena l'Antica Trattoria L'Aquila è un ristorante di cucina toscana situato nella contrada dell'Aquila (l'avreste mai detto?!) e specializzato nella preparazazione di ottimi piatti senesi, dall'antipasto di cinta senese al primo di pici (spaghettoni fatti a mano), dal cinghiale in umido ai ricciarelli per concludere in bellezza.

Se vi chiedete quanto può costare gustare un pranzo completo all'Antica Trattoria L'Aquila, senza rinunciare a nessuna di queste bontà gastronomiche locali, è pretso detto: intorno ai 25 euro, e vista la qualità dei piatti direi che si tratta di soldi davvero ben spesi.

Raggiungere l'Antica Trattoria L'Aquila da Piazza del Campo è facilissimo, questo ristorante di Siena si trova infatti in pieno centro storico, lungo l'antica via del Casato, dove si possono vedere le facciate di palazzi nobiliari.
Pur non essendo particolarmente sofisticato o elegante, l'ambiente dell'Antica Trattoria è gradevole e rustico. Se ci capitate d'inverno, consiglio di evitare il tavolo davanti all'ingresso in quanto, essendo il ristorante piuttosto frequentato, la porta si apre abbastanza spesso e le correnti d'aria non sono il massimo mentre si mangia... per il resto niente da dire.

Trova il ristorante Antica Trattoria L'Aquila a Siena su Google Map


Visualizzazione ingrandita della mappa
Leggi tutto

sabato 3 gennaio 2009

Trekking urbano a Siena

Siena, piazza del Campo, Fonte Gaia. 3 gennaio 2009. Malgrado l'appuntamento con la guida dell'associazione Centro Guide sia alle 15 in punto e la giornata soleggiata, il freddo è pungente e penetra nei cappotti e nei vestiti sferzandomi il viso.

Le temperature basse tuttavia non riescono a farmi restare al calduccio, il programma di questo trekking urbano a Siena è troppo invitante. "Dopo le luci del nuovo anno, un percorso attraverso i luoghi oscuri e sotterranei della città antica", così recita il volantino su cui ho appreso di questa iniziativa.
Indossati abiti pesanti e scarpe comode, sono pronta per questa escursione alla scoperta di una Siena meno nota ai turisti certamente, ma anche ai senesi.

Si parte da via del Casato dove sfilano le belle facciate dei palazzi delle antiche famiglie nobiliari della città tra cui quella Chigi che ha avuto tra i suoi più illustri esponenti Papa Alessandro VII.
La prima tappa di questo trekking urbano è la fonte a Le Monache, una delle fonti medievali di Siena che, nascosta alla vista, scorre sotteranea all'interno degli orti dell'antico monastero delle suore di clausura dette Sperandie, e divenuta riserva naturale senese.

Incredibile trovare nel centro storico di Siena un angolo di pace come questo dove lo sguardo si bea vagando per le colline toscane che al tramonto vedo accendersi di sfumature rossastre. Davanti a questo panorama immortalato da Ambrogio Lorenzetti nell'Allegoria del Buon Governo (Museo Civico di Siena) in cui all'orizzonte si stagliano i filati di cipressi dell'orto botanico, provo un brivido di piacere e... di freddo. Mentre cala il sole il vento diventa più insidioso, mi rallegro pensando che la prossima meta è al coperto.

Ci dirigiamo infatti verso l'Ospedale di Santa Maria della Scala che, fondato dai canonici del duomo dopo l'anno Mille, ha esercitato la sua antica funzione ospedaliera sino agli anni 90 del secolo scorso quando è stato convertito in complesso museale. Una trasformazione radicale in tempi così recenti... in effetti come spiega la guida deve essere stato strano per i senesi vedere gli stessi luoghi dove erano soliti andare a curarsi visitati dai turisti.
L'area su cui si estende l'antico Ospedale di Santa Maria della Scala è veramente enorme e davanti alla Cattedrale di Siena si trova l'ingresso, non il nostro però. Essendo il trekking urbano di questa giornata mirato a scoprire gli ambienti più nascosti di Siena la visita comincia in uno degli ambienti più bui e tetri dell'Ospedale, ossia una sorta di sala mortuaria dove anticamente venivano tenuti per un giorno i morti per accertarsi che il decesso fosse reale.

La visita guidata prosegue nei sotterranei del complesso alla volta del carnaio, dal nome già si intuisce che non fosse proprio un luogo di svago... A seguito della terribile epidemia di peste che nel 1348 sterminò circa i due terzi della popolazione senese, fu scavata una grande fossa comune all'interno dell'Ospedale di Santa Maria della Scala dove venivano gettati i corpi dei morti, questo è il carnaio.
Un posto del genere ha naturalmente i suoi scheletri nell'armadio, e non solo i molti che affiorano dalla roccia, ma anche gli altri che popolano vecchie leggende come quella del fantasma di un monaco che vagherebbe per i cunicoli sotterranei dell'Ospedale o di un nobile veneziano che si sarebbe fatto seppellire nella sua gondola.

L'ora del mistero si dilegua mentre saliamo le scale che ci conducono al piano terra dell'ospedale di Santa Maria della Scala. Il percorso si snoda alla scoperta degli ambienti affrescati, non ultimo il magnifico salone interamente decorato dal Vecchietta e da Taddeo di Bartolo, pittori senesi del Trecento; sono così belli che qualcuno nel gruppo esclama che per vederli meritava trovare qualcosa per entrare in questo ospedale davvero unico al mondo.

Sono le 18.30 e la visita guidata è ormai conclusa, e uscendo torniamo così a "riveder le stelle".
Leggi tutto

San Gimignano: roccaforte del Made in Tuscany

L'antico borgo di San Gimignano si presenta oggi come una roccaforte del Made in Tuscany, una cittadella dello shopping per i molti turisti che, in vacanza in provincia di Siena, si riversano ogni giorno in questa Manhattan del MedioEvo.
Tra le diciassette torri che svettano nel cielo senese si affacciano sulle viuzze e piazzette di San Gimignano molti negozi e botteghe in cui si vendono prodotti dell'enogastronomia e artigianato locali. E allora ecco alternarsi nelle vetrine salami di cinta senesi, pecorini e vini toscani (Chianti, Brunello di Montalcino, Nobile di Montepulciano...) a borse, portafogli, guanti e altri articoli della famosa pelletteria e cuoieria fiorentina.

Per chi come me ama regalare e regalarsi queste leccornie culinarie e prodotti artigianali talvolta rifiniti a mano, San Gimignano può diventare allora un paese dei balocchi. In questo rapido susseguirsi di oggetti made in Tuscany ho trovato gli ultimi regali per queste festività: quaderni in pelle su cui sono stampati motivi di piante, animali e soggetti di fantasia che ho acquistato a Le Torri. Per chi volesse avere un'idea degli altri articoli in vendita presso questo negozio è possibile consultare il sito www.letorrionline.com
Leggi tutto

A Siena - Osteria Numero Uno




A Siena Osteria Numero Uno è un ristorante-pizzeria in via Pantaneto dove si preparano alcuni piatti tipici della cucina toscana come la ribollita, ed in particolare specialità gastronomiche senesi tra cui i pici. Visto che il locale mi è stato consigliato da un senese doc come dubitare della loro bontà, tanto più che ho già provato le loro pizze molto ricche e convenienti, i prezzi infatti si aggirano intorno ai sei-sette euro.

Il locale è formato da un unico ambiente che è piuttosto stretto in fondo, abbastanza semplice e rustico con quel soffitto a volta e mattoncini rossi che è tipico di diversi ristoranti situati nel centro storico di Siena.
Un avviso ai telefoninomani: il cellulare non prende sempre all'Osteria Numero Uno, approfittatene per gustarvi il pranzo o la cena e la compagnia dei vostri conviviali.
A questo punto è il caso di dire tutti all'Osteria Numero Uno... paraponzi ponzipo'.

Trova il ristorante Numero Uno a Siena su Google Map


Visualizzazione ingrandita della mappa
Leggi tutto

venerdì 2 gennaio 2009

Osteria Da Camillo a Poggibonsi: mangiare bene vicino a Siena

Chi mangia bene a Capodanno, mangia bene tutto l'anno. Sebbene il modo di dire originario sia un po' diverso, spero possa valere anche in ambito culinario; in tal caso infatti mi si prospetta un 2009 a tavola davvero fantastico!

Ieri, primo gennaio, ho scoperto l'Osteria da Camillo, ristorante a gestione familiare di Poggibonsi, in provincia di Siena. In un ambiente rustico e accogliente, con i soffitti a volta e le pareti in pietra, è possibile gustare i migliori piatti della cucina senese, tra cui baccalà alla senese e pici alla senese. Per chi non lo sapesse, i pici sono un tipo particolare di pasta fatta in casa a forma di spaghettoni non traforati conditi con pancetta, pomodoro, formaggio e mollica di pane.

Nel menù primeggiano i piatti a base di carne nel rispetto della tradizione gastronomica chiantigiana; morbida, squisita, sia che scegliate una tagliata o una scaloppina, magari all'aceto balsamico, questa carne non vi deluderà.
Se avete intenzione di andare a San Gimignano, città ben collegata con Poggibonsi cui dista pochi chilometri, vi consiglio di mangiare presso questa osteria, mi ringrazierete ed anche il vostro portafoglio ne sarà soddisfatto; il rapporto qualità-prezzo Da Camillo è infatti ottimo.
Raramente mi capita di assaggiare piatti così buoni spendendo così poco. Un esempio? Gli antipasti vanno dai tre ai cinque euro, a meno che non prendiate l'antipasto da Camillo che a otto euro offre un misto di assaggi tipici toscani (bruschette, crostini, salumi...), e i primi costano intorno ai sei-sette euro.
Ottimi in tutti i sensi anche i dolci di produzione casalinga, il cui prezzo si aggira sui tre euro; ordinate liberamente quello che più vi solletica il palato. Sono pochi ma buoni. Creme caramel all'arancia o torta di pere con la salsa dell'osteria? Questo è il dilemma... a voi la risposta.:-)

Ah, dimenticavo il servizio non è incluso nel prezzo perciò, vista la cortesia e la simpatia del cameriere, non vi dimenticate di lasciare la mancia.;)

Trova il ristorante Da Camillo a Poggibonsi su Google Map


Visualizzazione ingrandita della mappa
Leggi tutto

Cioccolosità a Monsummano Terme: un week end al cioccolato

Se durante tutto l'anno la strada del cioccolato che attraversa la
Tuscan chocolate valley passa da Monsummano Terme
(provincia di Pistoia), a fine gennaio ciò è più che mai vero. Nel fine settimana che va dal 30 gennaio al 1 febbraio 2009 Monsummano ospita infatti Cioccolasità per la felicità di tutti i golosi.

Tra gli espositori presenti alla manifestazione interamente dedicata al cioccolato non potevano mancare alcuni grandi maestri cioccolatieri della zona la cui fama ha varcato i confini nazionali, mi riferisco a Roberto Catinari e a Slitti, inventore del cucchiaino di cioccolato che si scioglie nel caffé quando si gira lo zucchero e della recente tavoletta Lattenero con cui Slitti ha vinto
la Tavoletta d'Oro nel 2005 per la categoria 'Cioccolato al latte'.

Cioccolosità a Monsummano Terme coinvolge per un intero week end l'intero centro pistoiese, proponendo ai visitatori un percorso che si snoda lungo le vie e le piazze principali di Monsummano conducendo alla scoperta di autentiche creazioni d'arte al cacao; un vero piacere per la vista ed il palato che può essere appagato con le degustazioni offerte durante questo week end al cioccolato.
Leggi tutto
 

About

Site Info

Text

Dolce Toscana: la vita è bella under the tuscan sun Copyright © 2009 Community is Designed by Bie Blogger Template