giovedì 25 dicembre 2008

Palazzo Alla Giornata di Pisa tra leggenda e realtà

In bilico tra leggenda e realtà, la storia che vi voglio raccontare in questo 25 dicembre riguarda l'origine del termine Alla Giornata con cui è chiamato uno dei palazzi storici che campeggiano sui lungarni di Pisa, attuale sede del Rettorato dell'Università, e che ebbe un lieto fine proprio un giorno di Natale di alcuni secoli fa.

La narrazione dei fatti ci conduce nel XVII secolo e vede protagonista un cavaliere pisano che, in seguito ad un'aspra battaglia navale, cadde in mano turca. Affidato alla custodia di uno dei favoriti del bey, ne guadagnò ben presto la stima per il coraggio dimostrato durante la sua prigionia a tal punto che questi gli avrebbe reso la libertà se in cambio avesse accettato di abiurare la propria religione.
Malgrado il cavaliere di Pisa non mostrasse tentennamenti, il cortigiano si fece avanti con una nuova proposta, vale a dire per essere libero bastava che smettesse di osservare la regola del venerdì magro cui rigidamente si era sempre attenuto. Passate alcune settimane, un venerdì il cavaliere chiese che gli fosse portato un lauto pasto; felice di udire tale notizia, il cortigiano turco mantenne fede alla sua promessa e lo rilasciò in libertà. Ciò che l'ignaro non sapeva era che quel giorno si festeggiava il Natale, ricorrenza per la quale il precetto del venerdì magro veniva eccezionalmente sospeso.
Tornato a Pisa, il cavaliere costruì un palazzo sul Lungarno e come ex voto vi fece attaccare sopra l'ingresso tre maglie della catena che lo aveva tenuto prigioniero e vi fece incidere il motto Alla Giornata volendo così ricordare che, anche nelle difficoltà, non bisogna perdere la speranza perché in una sola giornata il destino avverso può capovolgersi.

0 commenti:

Posta un commento

 

About

Site Info

Text

Dolce Toscana: la vita è bella under the tuscan sun Copyright © 2009 Community is Designed by Bie Blogger Template