venerdì 26 dicembre 2008

Kinzica de' Sismondi, chi era costei?

Quanti abitano o conoscono un po' Pisa sapranno che uno degli storici quartieri in cui era suddivisa la città toscana si chiamava Kinzica (per chi è pratico si trovava più o meno all'altezza di via San Martino).
Il suo nome deriva da quello di una donna vissuta a Pisa nel Medioevo e tutt'oggi qui ricordata come un'eroina, soprattutto in occasione di manifestazioni storiche come la Regata delle Repubbliche Marinare cui partecipano Amalfi, Venezia, Genova ed ovviamente Pisa.
Nel corso della sfilata in costume che precede la gara colei che riveste i panni di Kinzica de' Sismondi giunge a cavallo, accompagnata da sei damigelle e da un palafreniere, e scortata da otto tamburini e quattro alfieri.
A cosa si deve una tale importanza tributata a questo personaggio? La risposta risiede probabilmente in un episodio storico che ha acquisito col tempo un alone leggendario.

Intorno al 1004-1005, quando si svolsero i fatti in questione, i pirati minacciarono la città di Pisa in un momento in cui era indifesa. Il loro piano fu mandato però in fumo da Kinzica de' Sismondi che, accortasi del pericolo, suonò a storno le campane destando così la popolazione che respinse gli invasori.
A questo alcuni aggiungono il coraggio che la donna avrebbe dimostrato combattendo in prima persona per la difesa della città.
Ad ogni modo il risultato fu una vittoria schiacciante riportata sull'aggressore e il perenne ricordo di Kinzica dei Sismondi nella memoria collettiva della città.

0 commenti:

Posta un commento

 

About

Site Info

Text

Dolce Toscana: la vita è bella under the tuscan sun Copyright © 2009 Community is Designed by Bie Blogger Template